person_outline

EN FI FR DE IT PL PT ES SV TR

Filtro e ricerca

Parola chiave

Goal

Area del curriculum

Intervallo di età degli studenti

Autore

Buone abitudini

Seleziona la lingua in cui vuoi tradurre

Autonomia nelle uscite e negli ingressi del centro scolastico.

Autonomia nelle uscite e negli ingressi della scuola. Gli obiettivi che vogliamo raggiungere con queste buone pratiche sono: -Assicurare che i nostri studenti siano autonomi quando entrano e escono dalla scuola attraverso lo stesso luogo del resto degli studenti. -Promuovere la socializzazione dei genitori dei nostri studenti con i genitori del resto degli studenti. -Aumentare la consapevolezza delle capacità degli studenti con il tè nella comunità scolastica. Perché nel nostro centro ogni tappa (infantile-primaria) entra ed esce da porte diverse (alle quali gli studenti devono arrivare autonomamente, poiché la fila è fatta a una decina di metri dal luogo in cui attendono genitori) ci viene presentata la necessità di organizzare le diverse risorse umane di cui dispone il centro in modo che ogni studente possa farlo correttamente. L'organizzazione sarebbe il ...

Educación fisica

L'educazione fisica è molto importante per gli studenti, ma per gli studenti con ASD è molto difficile seguire le regole del gioco, questo fa sì che abbiano disinteresse per le attività poiché non capiscono cosa devono fare, come devono giocare . Per questo è molto importante adattare queste classi e giochi a loro. Per pianificare una buona pratica nelle lezioni di educazione fisica con questi studenti, è possibile attuare le seguenti misure: Progettare giochi con poche regole, giochi molto semplici, di facile comprensione. Giochi cooperativi che gli studenti si sentono inclusi. Possono essere svolti in gruppo o in coppia. Spiega questi giochi attraverso pittogrammi facili da capire per il bambino. Utilizzare materiali significativi, sorprendenti e talvolta adattati per loro, tenendo conto delle difficoltà a livello delle capacità motorie fini e grossolane. Queste misure aiutano lo studente a mostrare un ...

Autonomia in cucina / Autonomia in bagno

L'obiettivo principale da raggiungere nei nostri studenti è che possano essere autonomi nella loro vita quotidiana. A tal fine utilizziamo vari ausili visivi che ci aiutano a raggiungere questo obiettivo. Quando uno studente controlla gli sfinteri ci vendono altri tipi di beni di prima necessità, come ad esempio: non farsi vedere nel corridoio a ritirare la biancheria intima. Nel nostro centro abbiamo diversi bagni con ausilio visivo, come quello che vedete nella foto allegata, con due chiari obiettivi: poter compiere tutti i passaggi quando si usa il wc e non doverne aver bisogno della presenza dell'adulto (sequenza di strisce posizionate sul muro) e arrampicarsi sui vestiti all'interno del locale wc (scatola che delimita uno spazio adatto). Affinché questi ausili funzionino, l'allievo deve essere preventivamente modellato. Mettiamo la striscia con la sequenza e la scatola sul pavimento (con un nastro adesivo forte) Il bambino ...

Il tempo di attesa in bagno.

BUONE PRATICHE Gli studenti con ASD hanno grandi difficoltà nel comprendere l'ambiente, integrare diverse informazioni e dare un senso alle attività. Pertanto, è importante fornire informazioni agli studenti su come eseguire un'attività, supportata visivamente. Nel nostro centro, al momento di eseguire la routine quotidiana di pulizia, i tempi di attesa lavoriamo come segue: abbiamo dipinto l'area di attesa per andare a fare il bagno, abbiamo messo una banca in cui gli studenti possono Siediti in attesa del tuo turno per entrare nel bagno. SQUADRA APERTA DEL TEAM CFI GABRIEL PEREZ

Celebrazione del giorno del centro

La celebrazione del giorno del santo patrono del centro (nel nostro caso, il giorno di San Gabriele) si propone come progetto pedagogico del centro. Questo evento si svolgerà a settembre e saranno coinvolti tutti gli stage formativi e le aule aperte specializzate. La celebrazione della giornata del centro vuole essere uno stimolo motivante per gli studenti attraverso il quale vengono promosse la conoscenza e la consapevolezza delle persone con disabilità, allo stesso tempo che i contenuti curriculari di ciascuna delle rispettive fasi educative sono lavorati in modo cooperativo. Lo scopo principale del Progetto si limita a generare nei nostri studenti il ​​valore della consapevolezza verso le persone con disabilità e più precisamente verso quelle con ASD. Attraverso la conoscenza e le esperienze esperienziali con studenti autistici, saremo in grado, dall'ambiente scolastico, di promuovere nei nostri figli atteggiamenti positivi di rispetto, comprensione, empatia, ...

Presentazione degli studenti della classe TEA alla facoltà

Durante le sessioni di lavoro, i professionisti dell'unità specifica spiegano le caratteristiche degli studenti che frequentano attraverso una presentazione power point. Nella prima sessione di lavoro, i professionisti presentano gli studenti della scuola primaria attraverso una registrazione realizzata pochi giorni prima che evidenzia aspetti rilevanti di ogni studente in relazione all'area del linguaggio, all'area dell'anticipazione e della flessibilità e all'area della simbolizzazione. Gli studenti vengono presentati 1 a 1 e alla fine di ciascuno di essi viene aperto un giro di parole tra i docenti per risolvere i dubbi su quanto sopra. Nella seconda sessione vengono presentati gli studenti dell'educazione della prima infanzia e per questo viene utilizzata una registrazione fatta da 1 o due membri della famiglia dello studente. Dove spiegano quali sono le caratteristiche dei loro figli in relazione alle aree sopra descritte. PER…

Partner

 

Il sostegno della Commissione Europea per la produzione di questa pubblicazione non costituisce un'approvazione dei contenuti che riflettono solo le opinioni degli autori, e la Commissione non può essere ritenuta responsabile per qualsiasi uso che possa essere fatto delle informazioni in essa contenute. 

Nessuna connessione internet