person_outline

EN FI FR DE IT PL PT ES SV TR

Filtro e ricerca

Parola chiave

Goal

Area del curriculum

Intervallo di età degli studenti

Autore

Team scolastico per l'inclusione
una sala giochi

Team scolastico per l'inclusione

Nel Cantone di Sarajevo - Bosnia ed Erzegovina abbiamo l'inclusione nelle scuole regolari da 2004, che è regolata dalla legge sull'istruzione primaria. Oltre alla legge fino ad oggi, non sono state stabilite norme per l'attuazione dell'istruzione inclusiva nelle scuole regolari, né sono stati fatti documenti che facilitino l'attuazione dell'inclusione dei bambini con disabilità. Nessuna scuola regolare ha un defectologo dipendente e un educatore speciale che lavora con bambini con disabilità. Le scuole guidate da una direzione scolastica sono costrette a fornire un assistente nell'insegnamento dei defectologists e abilitare l'inclusione di qualità nel sistema scolastico. Questo è uno dei modi in cui abbiamo deciso di facilitare il lavoro e dare al bambino il massimo aiuto e supporto. Abbiamo nominato un team di inclusione scolastica composto da:

  1. Preside
  2. Pedagog-psicologo scolastico
  3. Un insegnante di un bambino con autismo
  4. Assistente: aiuto e sostegno per un bambino con bisogni educativi speciali, assistenza all'insegnante e all'intera classe
  5. Logoped-defectologist educatore speciale
  6. Genitori di studenti

Il compito del team scolastico è di effettuare una valutazione iniziale degli studenti con autismo, quindi di stabilire priorità e fasi per l'implementazione. Il team scolastico si riunisce una volta alla settimana, analizza le richieste degli studenti, discute le difficoltà di coinvolgere un bambino con disabilità e gli svantaggi del Programma educativo individuale e propone miglioramenti.

Scarica gli allegati:

Informazioni addizionali

Obiettivo:
Incluso nella scuola / società, benessere degli alunni, abilità accademiche, comunicazione sociale
Fascia d'età degli studenti:
10
Area del curriculum:
Non relazionato
Anno:
Tutto l'anno
Descrizione dettagliata, comprese le azioni da sviluppare per la preparazione e l'implementazione:
Il team scolastico ha completato la valutazione iniziale e ha trovato quanto segue:  Uno studente evita il contatto visivo, ha un'espressione poco sviluppata e un linguaggio ricettivo e ripete le azioni (ascoltando i diari) senza la presenza di interesse per altri contenuti o persone nella stanza.  riconosce e scrive grandi lettere latine stampate; scrive parole più brevi con la guida vocale di ogni singola lettera vocale nella parola.  conta meccanicamente da uno a dieci.  L'uso dello spazio per la scrittura richiede aiuto e supporto costanti  I motocicli grandi e fini sono sottosviluppati  Durante il lavoro, le circostanze dell'ambiente sono distratte dalla sua attenzione mentre interrompono l'attività iniziata e ritornano con la guida vocale allo stesso.  La decisione del Team di inclusione scolastica è di monitorare il processo di socializzazione, l'adattamento al nuovo ambiente scolastico, la comunicazione con i pari, l'accettazione di nuovi adulti (insegnante e assistente), il ritmo di adozione delle regole scolastiche nel primo trimestre. L'osservazione di una squadra mobile è stata proposta nel centro di educazione speciale a novembre nell'ambiente scolastico. Dopo l'osservazione, è stato suggerito che il bambino segua il programma di educazione individuale. Dall'inizio dell'anno scolastico, il progresso degli studenti nella socializzazione e l'adattamento all'ambiente scolastico, il successo nell'acquisizione delle conoscenze accademiche viene continuamente monitorato dal Team di inclusione scolastica che determina il livello e l'importo del supporto che verrà fornito allo studente (aiuto per scrivere, leggere, esercitarsi, spiegare, socializzare o aiutare a padroneggiare azioni elementari di routine, auto-isolamento). Il ruolo principale del Team di inclusione scolastica è la comunicazione continua, la valutazione, il controllo, la valutazione dei progressi e il ritmo di adozione degli obiettivi educativi dell'IEP. Compiti individuali dei membri del team scolastico per l'inclusione (ogni membro della scuola ha il suo compito) * Lo scopo degli incontri del club di inclusione scolastica è lo scambio costruttivo di informazioni sui risultati, ma anche le difficoltà e le cause del comportamento indesiderato di gli studenti presenti, fornendo feedback sul fatto che il processo del contenuto sia difficile o facile per lo studente, prendendo decisioni congiunte sull'adozione di nuovi contenuti, adottando metodi - stili di apprendimento, materiale didattico, evidenziando esempi positivi dai membri del Team di inclusione scolastica. Ogni riunione ha la sua struttura: 1. Preparare un incontro, 2. Valutazione del rendimento scolastico degli alunni, 3. Interpretazione dei risultati della valutazione, 4. Sviluppo del lavoro relativo allo IEP sul curriculum, 5. Metodi di pianificazione del supporto visivo, procedure di adeguamento, uso di materiale didattico, incentivi socio-emotivi, metodi di indipendenza e inclusione in tutte le attività e forme di lavoro. 6. Pianificazione del coinvolgimento di altri esperti nel lavoro con il bambino 7. La conclusione dell'incontro. Una parte del Team Inclusion School è un educatore speciale e un defectologist che fanno parte del sostegno scolastico come parte dell'accordo di cooperazione con le organizzazioni partner.
Risorse da utilizzare, comprese risorse umane, materiali e spazi:
Risorse umane dalla scuola Educatori speciali da organizzazioni partner Materiali di lavoro, sala riunioni, caselle di testo, apparecchiature informatiche.
Difficoltà riscontrate durante l'implementazione:
Il team scolastico viene nominato per ogni studente in aggiunta ai membri permanenti del team che cambiano i membri che sono legati allo studente. Questi sono l'insegnante, l'assistente e il genitore. A volte incontriamo la difficoltà di implementarlo con alcuni genitori. Non tutti i genitori sono allo stesso livello pronti a essere coinvolti. Alcuni sono disposti a partecipare a tutte le attività svolte in relazione all'educazione del loro bambino. Mentre alcuni genitori a volte non vogliono partecipare o sono in ritardo, dimenticano che i loro obblighi non sono regolari. E ci sono quelli con cui è molto difficile raggiungere la cooperazione perché non hanno ancora accettato il fatto che il loro bambino sia in difficoltà e che dovrebbe essere aiutato a farsi coinvolgere regolarmente nel processo educativo.
La pagina web ufficiale per le buone pratiche:
www.osas.edu.ba
Login per inviare commenti

partner

Il supporto della Commissione europea per la produzione di questa pubblicazione non costituisce un'approvazione dei contenuti che riflette solo le opinioni degli autori e la Commissione non può essere ritenuta responsabile per qualsiasi uso che possa essere fatto delle informazioni in essa contenute.

Nessuna connessione internet