person_outline

EN FI FR DE IT PL PT ES SV TR

Filtro e ricerca

Parola chiave

Goal

Area del curriculum

Intervallo di età degli studenti

Autore

Insegnare a un bambino di 8 anni che è stato diagnosticato un autismo

La pratica riguarda l'insegnamento di un bambino di 8 che è stato diagnosticato con autismo. Le sessioni di insegnamento riguardano l'argomento Lingua e letteratura bulgara. Esistono due sessioni di 35 minuti ciascuna, ogni settimana, programmate per lunedì e giovedì.

L'insegnamento è stato portato avanti per due anni scolastici. All'inizio, il bambino non era abituato a me, l'insegnante, e la madre era presente durante le lezioni, che non era necessario dopo un po 'di tempo e non frequentava più le lezioni. Il bambino era molto spesso malato - durante il primo anno, quando il bambino era in prima elementare, era assente da 1 / 3 (un terzo) delle classi, per ragioni mediche. Durante l'anno scolastico attuale, 2017 / 2018, il bambino era assente da ¼ delle classi incluse nel programma di insegnamento individuale.

Realizzazioni durante i due anni scolastici: il bambino può produrre lettere scritte, sillabe e parole brevi se ottiene un sostegno fisico dall'insegnante tenendogli la mano. Riconosce il simbolo scritto di tutte le vocali e le consonanti nell'alfabeto. Può distinguere tra lettere maiuscole e lettere scritte a mano; può organizzare istruzioni di parola in frasi; riconosce i simboli di punteggiatura - punto, virgola, punto interrogativo. Il bambino può abbinare un'immagine o una foto ai loro nomi / titoli, pronuncia bene e intelligibile più di venti nuove parole durante l'ultimo anno scolastico e tenta anche di pronunciare parole di tre sillabe, seguendo i miei esempi.

Informazioni addizionali

Obiettivo:
Incluso nella scuola / società, benessere degli alunni, abilità indipendenti / vita
Fascia d'età degli studenti:
8
Area del curriculum:
Non relazionato
Anno:
In qualsiasi momento
Descrizione dettagliata, comprese le azioni da sviluppare per la preparazione e l'implementazione:
Il bambino si sente tranquillo durante le lezioni individuali a scuola. La comunicazione con gli adulti è non verbale, volta a soddisfare i bisogni di base, mentre con i coetanei è completamente assente. La pronuncia dei suoni non è corretta. Lavora solo con materiali visivi e può gestire le attività con i giocattoli. Può seguire semplici istruzioni. Il bambino può disegnare con un modello di esempio, può scegliere tra le immagini, può usare la colla, dimostra riluttanza quando disegna e colora. Il bambino ha difficoltà quando viene istruito a imitare suoni prodotti da animali, veicoli o suoni prodotti nella casa. Il bambino non può pronunciare vocali o consonanti ma differenzia tra loro; può riconoscere il luogo dei suoni e identifica le parole che iniziano con un suono particolare. Il bambino non ha abilità per la corretta pronuncia delle vocali; riconosce i simboli grafici a livello empirico; differenzia le lettere da altri simboli e segni. Il bambino non può leggere in sillabe. Può abbinare una lettera a un'immagine, lettere maiuscole a quelle piccole, un fonema al suo analogo grafico. Può risolvere un puzzle di sillabe e parole. Il bambino ha una presa corretta delle dita quando scrive, ma la mano è libera e inattiva. Ha una brevissima durata della concentrazione quando fa un compito, si distrae facilmente e preferisce un rapido cambiamento delle attività. Lavora con il bambino durante l'anno scolastico 2016 / 2017 e continua durante l'attuale anno 2017 / 2018. Insegno al bambino la lingua e la letteratura bulgara. Le sessioni si svolgono due volte a settimana, della durata di 35 minuti ciascuna, sempre il lunedì e il giovedì. Lo studente non può tenere saldamente una penna o una matita nella mano, quindi devo sostenerlo. Durante le lezioni facciamo attività consecutive, scrivendo e leggendo, che nel nostro caso comprende quanto segue: guardiamo insieme la pagina del libro di testo relativa ad una particolare lettera, poi leggo tutte le parole stampate sulla pagina, poi il bambino fa un tentativo di pronunciare alcune delle parole più semplici che contengono al massimo da una a tre sillabe - è più facile per lui pronunciare sillabe aperte, come "ma-ma". Quando scrivo gli elementi delle lettere devo appoggiare la sua mano perché, sebbene posizionata correttamente, è libera e non ha presa sicura. Per una lezione, riusciamo a completare una pagina nella cartella di lavoro. La mano del bambino si stanca facilmente e ogni due righe completate con lettere scritte richiedono una breve pausa. Riproduciamo parole dal libro di testo che iniziano con la lettera che si sta studiando, collegano la parola a un'immagine e organizzano parole che iniziano con una lettera comune in gruppi. All'inizio, lo studente poteva concentrarsi solo sul lavoro per 5-6 minuti durante l'intera lezione. Gradualmente, nel processo del nostro lavoro insieme, lo studente si è abituato a me e mi ha accettato, secondo sua madre, e abbiamo aumentato il tempo dedicato allo studio, passo dopo passo. Il bambino si concentra inizialmente per 8, 10, 12, 15, 20, 25 minuti consecutivi, raggiungendo infine 30-35 minuti di concentrazione e di lavoro cosciente, senza essere distratto; il bambino si fermò in piedi durante la lezione, correndo verso la porta, a volte urlando e colpendo la testa. Quello che considero il mio più grande successo nella nostra comunicazione è il fatto che da marzo 2018, ogni volta che entriamo in classe, il bambino mi abbraccia e gode della mia compagnia. La madre afferma che questo comportamento del bambino è tipico solo quando comunica con la sua famiglia e i suoi parenti più stretti: madre, padre, sorella e una delle nonne. Inoltre, dal marzo scorso, ogni volta che iniziamo la nostra lezione, il bambino indica una parola che considera interessante dall'elenco delle nuove parole della lezione e ascolta con piacere le mie spiegazioni sulla parola. Gli piace essere raccontato racconti o quando dico una rima relativa alla parola che stiamo attualmente lavorando. Durante la nostra ultima lezione per questo anno scolastico, alla quale ha partecipato anche sua madre, il bambino è scoppiato a ridere quando ha visto una foto divertente in un libro. Sua madre spiegò che lo aveva sentito ridere in questo modo non più di dieci volte fino a quel giorno. Questo è molto importante e gratificante per me, perché mi fa sperare che il nostro lavoro avrà ancora più successo durante il prossimo anno scolastico.
Risorse da utilizzare, comprese risorse umane, materiali e spazi:
Cartella di lavoro per scrivere lettere, libri di testo, libri, flashcard con le lettere, alfabeto di foto, parole lotto, libro di testo elettronico, tabelle di immagini, puzzle.
Difficoltà riscontrate durante l'implementazione:
Mancanza di attenzione, difficoltà di concentrazione, breve intervallo di concentrazione. 1. Formazione per insegnanti specialisti in pedagogia della scuola primaria, per lavorare con bambini con bisogni speciali. 2. Finanziamento dal Ministero della Pubblica Istruzione per la creazione di un'aula speciale per lo svolgimento dell'insegnamento di studenti con bisogni speciali.
La pagina web ufficiale per le buone pratiche:
Inserisci l'URL per le buone pratiche nella tua scuola o in qualsiasi altro sito internet. Se non hai un URL specifico per la tua pratica, inserisci l'URL della tua scuola.
Login per inviare commenti

partner

Il supporto della Commissione europea per la produzione di questa pubblicazione non costituisce un'approvazione dei contenuti che riflette solo le opinioni degli autori e la Commissione non può essere ritenuta responsabile per qualsiasi uso che possa essere fatto delle informazioni in essa contenute.

Nessuna connessione internet